585 Siti di forex oscurati dal 2019 dalla CONSOB

Per tutti coloro che chiedono informazioni riguardo alla sicurezza dei propri Brokes. La CONSOB ha oscurato 385 siti relativi al Forex, quindi attenzione a fidarsi.

La strategia non basta serve anche la gestione del denaro

Avere una buona strategia è fondamentale, ma avere una buona gestione del denaro ancora di più.

Spesso i traders applicano il “mordi e fuggi” scappando non appena prendono un guadagno. Questo non funziona! Per avere guadagni costanti e far crescere il capitale serve avere un rapporto perdita guadagno di almeno 1:2.

In parole semplici significa che se perdo 10€ ogni volta che perdo, devo guadagnare almeno 20€ ogni volta che guadagno.

Vediamo un esempio di aumento di capitale:

35.700€

36.629€

37.015€

38.000€

38.700€

 

 

Calcolo dei PIPS

Cos’è un Pip?

L’unità di misura per esprimere la variazione di valore tra due valute è chiamata “Pip”. Se la coppia EUR/USD si sposta da 1,1050 a 1,1051, l’aumento di valore è di 0.0001 USD quindi un pip.

PIP/DENARO

Se la dimensione del lotto relativo alla valuta è di 0,1 significa che per ogni Pip guadagnato ho guadagnato 1 euro.

Se hai guadagnato 100 pips hai guadagnato 100€.

Quindi diciamo ora che abbiamo fatto  520 Pips  .

Dimensione Del Lotto 0,01 -> 0,1 € Per Pip Guadagno -> 52 € Profitti.
Dimensione Del Lotto 0,1 -> 1 € Per Pip Guadagno -> 520 € Profitti.
Lotto 1 -> 10 € Per Pip Guadagno -> 5200 € Profitti.
Lotto 10 -> 100 € Per Pip Guadagno -> 52.000 € Profitti.

Secondo il lotto cambia il valore del Pip.

Il Broker per operare direttamente da Tradingview

Come posso operare direttamente dalla piattaforma finanziaria Tradingview perché molto bella e molto comoda?

Ci sono infinite piattaforme finanziarie per il trading.

C’è chi usa MT4 o MT5

C’è chi usa Tradingview

Uno dei Broker che permette di operare sia da tradingview che da Meta Trader è FXCM, tuttavia, ce ne sono diversi non è il solo. I guadagni non dipendono dal Broker, dipendono dal saper fare analisi finanziarie corrette.

Fretta, fretta e fretta. Più ne hai e più perdi.

Lunedi 18 gennaio stavo operando su un conto con 35.000$ e oggi Mercoledì 20 gennaio ne risultano 36.615$.

Prima di ottenere questi risultati ho dovuto fare mesi, mesi e mesi di studi, prove, ri-prove e controprove.

E’ fuori discussione che questi risultati nessuno li può ottenere dopo aver visto 10 video, dopo una settimana o dopo un mese.

Se non è tutto chiaro, se non fai 100 prove, se non prendi il controllo della situazione, dubbi, incertezze e blocchi ti assalgono.

Quindi, all’inizio ho messo da parte la fretta di dover ottenere risultati, non mi interessava avere risultati subito. Ho preferito maturare questa abilità per ottenere sicurezza e certezza.

Basta avere la pazienza di aspettare e i risultati arrivano.

La fretta è il peggior nemico! Fretta di guadangare, fretta di dimostrare, fretta di avere successo, fretta di voler diventare ricco, fretta di volersi sentire sicuri, certi e senza più problemi.

Bene! Più fretta hai e più non arrivi mai all’obiettivo!

Come dice un mio amico: “Se tutti noi traders e banchieri abbiamo studiato anni per ottenere risultati mica siamo degli s…..i”. Ecco perché è fuori discussione il fatto di riuscire ad avere successo in 2 settimane.

Non posso entrare in palestra per la prima volta in vita mia e voler uscire con un fisico da gara di bodybuilding una settimana dopo.

Quanta gente entra in palestra pesando 100kg e pensa di uscire la settimana dopo col fiscio di Ronaldo.

Il problema è che Ronaldo si allena da una vita ogni giorno costantemente è ha quella mentalità “da preciso” che non lo fa sgarrare di una virgola; e così faccio anche io con il trading.

E qualcuno dirà: “….ma io non ho la mentalità da preciso”.

….non saprei che dire…. qui funziona così….anni ed anni di apprendimento, prove ed esperienza.

Ci sono un milione di siti che ti promettono milioni di eruo, questo sito proprio NO!

 

I miei indicatori preferiti

Abbiamo già detto più volte che guardare i grafici ed interpretarli risulta molto difficile.

Non si capisce mai come potrebbe muoversi in futuro il valore del cambio, sia che si tratti di cambi di valuta ma anche di azioni, oro o petrolio.

Gli indicatori che uso ogni giorno sono questi:

Il valore del cambio o il prezzo dell’azione viene incastrato in un canale mobile. Quando il prezzo raggiunge una delle sponde del canale e si crea la freccia direzionale, mi accorgo che il prezzo sta per salire o scendere.

Naturalmente non basta avere questi indicatori ma bisogna avere una conoscenza base di analisi finanziaria.

Questi sono alcuni dei risultati ottenuti:

Rischio/Rendimento o perdita costante

Una delle cose più difficili nel trading è mantenere un rapporto rischio/rendimento molto alto. In pratica, il rischio è ciò che decido di perdere ogni volta che investo ed il rendimento è quello che dovrei riuscire a guadagnare.

Ogni volta che decido di investire devo sapere quanto perderò nel caso in cui il valore del cambio non dovesse andare nella direzione sperata.

Questo in parole semplici significa che tutte le volte che ti dimentichi di vedere quanto stai guadagnando in mendia e quanto stai perdendo in media finirai col perdere parte del tuo capitale.

La questione è: “Quanto perdi quando perdi e quanto guadagni quando guadagni?”

Se tutte le operazioni fossero come questa allora sarebbe facile!

Ad esempio, rischio sempre 100€ quando perdo e se guadagno ne prendo 200€ o 300€. Se perdo 100€ non è un problema perchè nella prossima operazione le recupero. Anche se perdo due volte 100€ non è un problema perché nella prossima operazione positiva vado in pari.

Ma che succede se inizio a perdere 100€ quando perdo e porto a casa 50€ ogni volta che guadagno? Che succede se incasso solo 20€ quando guadagno?

Succede che vado in perdita velocemente nonostante abbia guadagnato due volte 50€ e 20€  di seguito e perso in una sola 100€!

Quindi, non si tratta di capire quanto ho guadagnato in una sola operazione:

Devo fare in modo che nel complesso le perdite non siano mai più grandi dei guadagni, altrimenti è inutile guadagnare anche 10.000€ se ne perdo poi 20.000.

 

Allenamento e trading con denaro virtuale

Prima di inziare a fare trading su qualsiasi mercato conviene sempre fare delle prove per capire quanto sia facile perdere denaro se non si fanno le azioni giuste al momento giusto.

Se si fanno investimenti a caso, qualche volta si vince e qualche volta si perde ma nel 99% dei casi si finisce in perdita, è solo una questione di tempo.

Anche quando si inizia con un giusto corso di formazione bisogna sperimentare e fare pratica con denaro virtuale prima di perdere tutto per errori dovuti ad inesperienza.

Tutte e due le piattaforme che uso per fare trading, sia Meta Trader 4 che Trading view permettono di fare trading virtuale, basta impostare un capitale e si può procedere con l’acquisto e la vendita.

In questo modo, prima di perdere denaro reale è possibile, sperimentare le proprie abilità, verificare la propria percentuale di riuscita, verificare il proprio livello di apprendimento, verificare la propria capacità di guadagno.

Ad un certo punto e dopo un po di esperienza si arriva inevitabilmente ad ottenere sempre ottimi risultati perché si effettuano azioni al momento giusto valutando tutti gli elementi che potrebbero “guastare la festa”.

Metaforicamente è come imparare a guidare la macchina dalle lezioni di teoria all’esame, dalle lezioni di pratica all’esame e dalla patente alla guida sicura, dalla guida sicura alla guida veloce, dalla guida veloce alle corse professionali.

“Non si può correre se prima non si impara a camminare”.

 

Trovare le inversioni di tendenza

Nell’area formazione ho inserito questo modello pre-costruito che si può scaricare e installare sulla propria priattaforma Meta Trader 4.

La maggior parte delle persone vede i grafici in questo modo:

Da questo grafico non si capisce molto. Ad esempio, adesso non so se il prezzo deve crollare o deve continuare a salire.

Grazie a quest’altro modo di vedere i grafici tutto diventa più semplice. Ho le frecce che mi indicano una potenziale inversione, ho le cifre 3 che mi indicano una potenziale inversione, ho l’indicatore che mi indica una potenziale inversione ed ho i livelli di prezzo che mi indicano una potenziale inversione, ho anche l’ichimoku (le nuvole rosse e verdi) che mi indicano quando c’è una potenziale inversione.

In questo modo tutto diventa più semplice e le probabilità di individuare le inversioni mi diventano del 70%.

Bisogna dire però che questi modelli aiutano, ma di base bisogna sempre conoscere l’analisi finanziaria ed imparare ad applicarla praticamente per individuare le opportunità che il mercato da ogni giorno.